TREVISO BRESCIANO, BRACCONIERE COLTO IL FLAGRANZA

21-08-17 ore 17.50 Aveva piazzato tra i fusti degli alberi, a Treviso Bresciano, piu' di 150 trappole di vario tipo per catturare fauna selvatica e uccelli di diverse specie. E in una cantina poco distante custodiva 12 reti da uccellagione, oltre che un centinaio di volatili morti, spiumati e appartenenti a specie protette. I Carabinieri forestali di Vobarno e Gardone dopo lunghi appostamenti sono riusciti a cogliere in flagranza di reato un cacciatore di frodo di 63 anni. L'uomo, 21-08-17 ore 17.50 Aveva piazzato tra i fusti degli alberi, a Treviso Bresciano, piu' di 150 trappole di vario tipo per catturare fauna selvatica e uccelli di diverse specie. E in una cantina poco distante custodiva 12 reti da uccellagione, oltre che un centinaio di volatili morti, spiumati e appartenenti a specie protette. I Carabinieri forestali di Vobarno e Gardone dopo lunghi appostamenti sono riusciti a cogliere in flagranza di reato un cacciatore di frodo di 63 anni. L'uomo, in possesso di regolare licenza di caccia e' stato denunciato per bracconaggio. Al cacciatore, che ora rischia l'arresto, sono stati sequestrati anche un fucile monocanna e 1200 munizioni a palla spezzata. Materiale di cui era in possesso, pur senza la prevista autorizzazione.