"IO MI SENTO VUOTA, HO PERSO IL MIO UNICO BAMBINO"

15-12-17 ore 07.45 "Io mi sento vuota, ho perso il mio unico bambino ma cerco di andare avanti. Ragazzi, aiutatevi tra di voi, ma non al telefono. Parlate e sappiate che dietro un "ciao" a volte puo' esserci un ragazzo disperato che chiede aiuto. Bisogna avere il tempo per chiedere "come va?" e in tanti questo tempo l'hanno perso" ha detto la donna in lacrime.Prima di lei, al funerale di Jonathan, lo studente 18enne che si e' tolto la vita, tre compagni di classe erano saliti sull'altare della chiesa 15-12-17 ore 07.45 "Io mi sento vuota, ho perso il mio unico bambino ma cerco di andare avanti. Ragazzi, aiutatevi tra di voi, ma non al telefono. Parlate e sappiate che dietro un "ciao" a volte puo' esserci un ragazzo disperato che chiede aiuto. Bisogna avere il tempo per chiedere "come va?" e in tanti questo tempo l'hanno perso" ha detto la donna in lacrime.Prima di lei, al funerale di Jonathan, lo studente 18enne che si e' tolto la vita, tre compagni di classe erano saliti sull'altare della chiesa di Sirmione per un mea culpa davanti alla bara chiara del ragazzo."Scusa se non ti abbiamo capito", "scusa se non abbiamo compreso il tuo dolore", "non doveva finire cosi'", "eri un ragazzo chiuso e introverso e non ci hai dato l'occasione di conoscerci meglio" hanno detto i compagni di classe di un ragazzo che non e' stato capito.